La mia storia - Spiragli di Luce

 Iscriviti ai nostri Feeds

La mia storia

Elvio Rocchi, meditazione, spiritualità, viaggio

 

Vuoi conoscere la mia storia? Eccomi a raccontartela! 

Mi chiamo Elvio Rocchi e sono nato sotto il segno del Leone. Eh si, i miei genitori hanno scelto per me un nome particolareElvio, e fin fa piccolo ho capito che l’originalità avrebbe caratterizzato la mia vita.

Ho creato questo blog nel 2014 per fare la cosa che più amo al mondo: condividere il mio percorso personale e spirituale con gli altri, per ispirare le persone che sono intenzionate a cambiare vita, a ritrovaremigliorare se stesse.

Sono un “ex” ingegnere che ha lasciato il proprio lavoro per dedicarmi alla musica, all’insegnamento spirituale ed a vivere una vita all’insegna dell’amore per la Natura e per la Madre Terra. Sono un viaggiatore nato, del corpo e dell’Anima.

Sono nato in toscana ma ho vissuto in tante città italiane e attualmente ho scelto la Sicilia come mia dimora. Nel 2013 sono partito per la Colombia per stare un mese ed ho finito per rimanere un anno. È stato là che ho conosciuto e praticato lo sciamanesimoSono tornato in Italia, ho creato Spiragli di Luce poi sono ripartito e sono stato in sud America ancora un altro anno.

In sud America mi sono dedicato a tempo pieno alla mia ricerca spirituale e alla musica; ho suonato in varie città colombiane, anche in prestigiosi teatri con uno spettacolo musicale da me creato dove raccontavo musicalmente e narrativamente la musica popolare e d’autore italiana.

 

elviopiano3

 

La mia visione spirituale abbraccia tante pratiche e filosofie, pratico yoga dal 2010, ho praticato kung fu qi gong, sono appassionato di alchimia ed ho studiato astrologia evolutiva. 

Svolgo letture del tema natale astrologico e se sei interessato a questo tipo di servizio che ci aiuta a comprendere i nostri scopi e le nostre missioni evolutive nella vita, puoi consultare questa pagina

Sono praticante di reiki, ho seguito il cammino della quarta via, sono praticante ed insegnante di meditazione. Credo fermamente nella possibilità e nella capacità di ognuno di noi di spaziare tra le attività umane, creative, non ci sono limiti se non quelli che ci poniamo. Nella mia vita ho fatto di tutto e ancora tantissime cose mi attendono, così come è vasto il mondo ed i luoghi da scoprire in esso, altrettanto vasta è la conoscenza umana, ed è lì, che ci chiama in ogni momento. 

Amo alimentarmi in modo naturale sano ed ho un orto che coltivo con le mie mani dal quale attingo buona parte del mio cibo. 

E se proprio vuoi sapere le cose in modo ancora più approfondito…beh….

prosegui la lettura perché ti voglio parlare di…

 

…l’infanzia, la Natura, ingegneria e la musica…

 

Sono cresciuto in una bella famiglia; nessuna famiglia è esente da problemi e da tensioni e l’infanzia non è stata sempre facile, eppure, posso dire che tutto ciò che ho vissuto, difficoltà incluse, è stato formativo ed evolutivo.

Fino a quando mia madre era bambina, la mia famiglia ha vissuto in una grande casa in una valle, nel comune di Aulla in Lunigiana, nel nord della Toscana.

Sono cresciuto in campagna, aiutando i miei genitori nel lavoro dei campi, che all’epoca odiavo e che solo “da grande” sarei tornato a a rivalutare e poi ad amare. 

La musica è stata la mia passione più grande, fin dai miei primi passi su questo bel pianeta. Ho scritto la mia prima canzone a 14 anni. Ho studiato violoncello in Conservatorio, fino all’iscrizione a IngegneriaPisa. 

Ho messo da parte la musica fino alla laurea, mi sono trasferito prima a Modena poi a Bologna, lavorando come consulente in uno studio che si occupa di formazione professionale e di ricerca in campo socio-economico. 

Il lavoro mi entusiasmava ed avevo già due pubblicazioni a livello universitario, ma non era la mia strada. Ho fondato con un amico i Mille papaveri rossi, un tributo a Fabrizio De André con il quale ho girato tutta l’Italia suonando in centinaia di concerti, anche in prestigiosi teatri e festival.

Parallelamente mi sono diplomato in canto moderno alla Music Academy di Bologna, ho fatto poi il direttore di coro, ho creato laboratori di canto basati sull’espressività e sulla naturalità dell’espressione vocale. Nel 2010 abbiamo fatto una tournée in Spagna, poco dopo mi esibii al Roxy bar di Red Ronnie e poco dopo ancora un nostro concerto andò in onda su Sky. 

 

Ero convinto che nella mia vita non ci sarebbe stato null’altro che la musica. Poi sono arrivate le grandi domande della vita, ed è stato grazie ad esse che ho imboccato…

 

…il sentiero spirituale

 

 

Ma chi è quella persona che medita sotto la cascata?

Eh si, so che lo stai pensando, sono proprio io. Ma per arrivare a quel momento, dobbiamo fare un passo indietro. Tutto iniziò nel 2008, quando lessi “La danza della realtà” di A. Jodorowsky.

Spiritualitàviaggio iniziarono a “mescolarsi” quel giorno, mentre volavo su un aereo, diretto a Barcellona. Lessi quel libro in una notte, tutto d’un fiato, sicuro di trovarmi di fronte ad una grande verità.

Al ritorno da quei giorni catalani, conobbi le idee di G. Gurdjieff e per circa due anni seguii il cammino della Quarta via, imparando a ricordarmi di me stesso e mettendo in discussione molte delle idee che avevo avuto su di me e sul mondo.

Nel 2010 sentii che il mio percorso era ad una svolta e mi iscrissi a Yoga. Il mio amore per questa disciplina fu sincero, immediato ed istantaneo. Imparai a meditare grazie allo yoga e, dopo pochi mesi, frequentai anche il corso annuale di tantra. Parallelamente, sempre a Bologna, iniziai anche la pratica del Kung fu, stile Long Xing Quan. 

Il 29 giugno del 2013 salii su un aereo con destinazione Bogotà, capitale della Colombia, pensando di stare un mese, ma il contatto meraviglioso, feroce e stravolgente con la mia Anima mi fece comprendere che non sarei tornato prima di un anno. 

 

la vita è ciò che ti succede

 

In quel meraviglioso periodo oltreoceano posso dire di aver trovato me stessosuperando i miei limiti e le mie paure. Forse non tutte, ma fu in quei lunghi mesi che misi da parte tanti capricci della personalità. 

L’Universo mi mise a disposizione infinite risorse per rimanere: amicizie splendide e la possibilità di lavorare come volontariobarista, musicista, insegnante di meditazione e persino come comparsa in una delle famose “telenovelas” colombiane. 

Una della più belle esperienze fu quando suonai al Teatro Tecaluno dei teatri più belli della città di Bogotà e di cui ancora conservo il ricordo…

 

Elvio Rocchi concerto Bogotá

 

Volevo fare un’esperienza profondamente colombiana e la feci: proseguii con la pratica dello yoga e con quella del kung fu, iscrivendomi nella squadra della Universidad Nacional di Bogotà; più che una scuola di arti marziali, una vera e propria famiglia. 

Fu grazie ai miei compagni di kung fu che conobbi lo sciamanesimo e fu insieme a loro che partecipai alle mie prime iniziazioni sciamaniche. 

Sarei potuto rimanere, ma nella primavera del 2014 decisi invece di rientrare in Italia e fu a quel punto che…

 

…tutto inizia ad accelerare

 

Sempre più convinto che la ricerca spirituale stava occupando il primo posto nella mia vita, creai Spiragli di Luce. 

Avevo cambiato lavoro una volta, tanti anni prima, non avevo intenzione di lasciare la musica (che non ho mai lasciato) ma sentivo che era ora di vivere in modo diverso. 

Insieme alla mia famiglia abbiamo creato un Eco B&B, in cui offriamo la possibilità ai nostri ospiti di avere un soggiorno sostenibile, a basso impatto ambientale. in cui possono visitare il nostro orto sinergico, avere colazioni bio vegan con frutta fresca di giornata che arriva direttamente dai nostri alberi, coltivati con metodo biologico. 

 

vi presento l'orto

 

In quel periodo prosegui con la mia formazione spirituale, frequentando ogni tipo di seminario ed attività che sentivo potesse espandere la mia consapevolezza, tra cui le costellazioni familiari, la pratica del qi gong, la aum meditation. Presi il primo livello di reiki ed iniziai a tenere i miei seminari di meditazione e di risveglio della coscienza. 

Giunse il momento di tornare in Colombia e vi rimasi per un altro anno. 

In Colombia ho conosciuto la permacultura, una visione sostenibile e spirituale dello sviluppo umano, che comprende metodi di agricoltura sostenibile, comunicazione non violenta, bio-edilizia, visione condivisa dell’economia, benessere psico-fisico e molte altre cose.

Ho partecipato ai corsi di formazione permaculturale, visitato e lavorato in  vari progetti che si dedicano a questa visione.

Ho intervistato lo scrittore Juan Camilo Medina Gomez, autore di uno splendido libro sulla medicina ancestrale nota come Yagé Ayahuasca.

 

 

Grazie a lui ed alla famiglia della mia compagna colombiana di quel magico periodo, la mia immersione nel mondo delle culture ancestrali è stata appassionata e totale.

Ho tenuto vari seminari dedicati alla meditazione, all’alchimia ed al risveglio del nostro grande potenziale latentenella capitale Bogotà e nel paese coloniale di Villa de Leyva. Mi sono esibito in decine di concerti, collaborando anche con la prestigiosa Fondazione Dante Alighieri che promuove la cultura italiana nel mondo.

 

Teatro Leonardus Bogotà

 

Prima di rientrare nuovamente nel nostro paese, mi sono comprato una moto con la quale ho percorso da solo oltre 4000 kmspingendomi fino ai confini con l’Ecuador, dove andai a trovare il mio amico scrittore e sciamano Juan Camilo. 

 

 

Con lui e la sua famiglia ho partecipato ad una bellissima cerimonia di Temazcal.

Rientrato in Italia ho frequentato la Scuola di Astrologia evolutiva con Andrea Zurlini, un bellissimo percorso grazie al quale ho iniziato a svolgere il servizio di lettura del tema natale astrologico, che descrivo più approfonditamente in questa pagina

Alla ricerca di una nuova terra dove vivere, la scelta è ricaduta sulla bella Sicilia, in cui vivo dal maggio del 2017.

Palermo ho organizzato decine di meditazioni e di cerchi evolutivi basati sul “circulo de palabras” o cerchio della parolain cui fondo l’insegnamento e la pratica della meditazione con la condivisione in cerchio di principi evolutivi e delle leggi spirituali. 

 

meditazione parco palermo

 

A dicembre 2017, alla Casa del Sette Raggi, ho preso il secondo livello di reiki. 

 

casa-dei-sette-raggi

 

Anche a Palermo ho un orto, che coltivo col metodo sinergico.

Ho ancora tanto da condividere, tanto da imparare, non ho fretta e vivo la Gioia di farlo.

Ad agosto 2016 ho conosciuto una meravigliosa Anima che si chiama Merj Tauro, giovane mamma, aspirante alchimista, brava scrittrice, ricercatrice spirituale e bravissima artista. Qui sotto ci vedi insieme e puoi cliccare sulla foto per leggere la sua biografia

 

Merj Tauro & Elvio Rocchi, autori Spiragli di Luce

E se sei arrivato a leggere fino qui ti ringrazio di cuore e ti chiedo, se ti va, di seguire la mia Pagina Facebook, rimarrai aggiornato su tutte le novità del blog e ci aiuterai a crescere!

 

pagina facebook blog meditazione e spiritualità

 

Dicono di me

 

Qui di seguito trovi i link ad articoli ed interviste che mi hanno dedicato in questi ultimi anni:

 

Leggi l’intervista realizzata per Il Cambiamento.it

Leggi l’intervista realizzata per Viaggiare da Soli

Leggi l’intervista realizzata per LongWalk.it

Vai alla mia pagina su Nomadi Digitali 

L’articolo che mi ha dedicato il blog In Colombia.it

 

19 comments

  1. Grazie a te, Spiraglio
    Sei Vita
    Un abbraccio
    Rodrigo

    Rispondi
  2. E una fortuna leggerti. Condivido la tua essenza. E faticosa ma è la cosa per la quale vale la pena vivere: cercare la felicità. Abbraccio

    Rispondi
  3. Caro Elvio,
    lo so che tu sei lontano, ma come sai niente è per caso, io so del tuo impegno sociale e della tua sensibilità e della tua musica

    io vorrei chiederti un aiuto.
    Io sono entrata in contatto con l’universo Autismo e Sindrome di Asperger, come è successo è una storia lunga, e questo è stato uno dei motivi per cui io ho aperto il mio blog.
    Il 28 e 29 maggio a Roma avrà luogo un evento molto importante, a cui io sto lavorando dietro alle quinte con il mio appoggio morale, e questa sarà l’occasione per illuminare un mondo sconosciuto ma pieno di risorse dell’autismo in particolare quello ad alto funzionamento.

    Se tu mi volessi aiutare a diffondere come puoi questo evento io te ne sarei grata, lo so che non ci conosciamo ma nessun blog è un’isola in mezzo al mare e siamo tutti collegati.
    io ti ringrazio tanto anche solo per la tua cortese attenzione.

    Se lo ritieni opportuno io ti metterò in contatto con il responsabile dell’evento.
    Phlomis
    dove posso mandarti l’allegato con il press kit dell’evento?
    Oppure conosci organizzazioni sensibili all’autismo ?

    Rispondi
    • Ciao! Non conosco organizzazioni che dedichino la loro attività a questo tema, mandami comunque il materiale a: laricercadellaluce@gmail.com, vedo se posso fare qualcosa! Ciao!

      Rispondi
      • grazie, tu sei davvero molto gentile, ah buona Pasqua dovunque tu sia!

        Rispondi
  4. ciao! che bello riuscire ad avere il coraggio di seguire le proprie passioni e riuscire con l’impegno e la dedizione, a realizzarlo!

    Rispondi
    • …”e un filo di incoscienza” come direbbe Ornella Vanoni 🙂 grazie per essere passata di qui! 😀

      Rispondi
      • Potendo… Cioé non avendo impegni particolari, probabilmente seguire quel filo di incoscienza ci rende sereni e appagati!

        Rispondi
        • Ciao! …cosa intendi per impegni particolari?

        • Che so ad esempio figli piccolini….

        • Certamente! Ci sono condizioni che in certi momenti rendono le scelte più difficili… ma pensiamo sempre le cose “a parità di condizioni”…mi spiego: quando io decisi di abbandonare il mio lavoro di ingegnere per fare il musicista…impiegai quasi tre anni a decidermi (in realtà ero in crisi dai diciotto in poi…) allora, vedi, avrei potuto decidermi in qualsiasi momento di questi tre anni, se non ci sono riuscito prima, è solo perché non avevo ancora trovato le motivazioni interiori per farlo. Grazie per il tuo commento cara 🙂

  5. Come succede nei casi della vita, azioni che portano ad altre azioni, ed eccomi qui arrivata mentre sbirciavo il blog di una persona che era passata a leggere uno dei miei ultimi post.
    Tante cose in comune, prima fra tutte la certezza che ci sia un nostro modo di essere felici e che per riuscire dobbiamo avere tempo per capire, per capirci, onestà nel guardarci, coraggio per incamminarci e fiducia nel futuro. A anche sapere che i fallimenti fanno parte del cammino, non sono un’interruzione, come spesso si crede.
    Un saluto!

    Rispondi
    • Ciao Mari…grazie mille per il tuo messaggio…è bellissimo come la vita, di persona o virtualmente poco importa, crea tutte le connessioni giuste…esattamente quelle di cui abbiamo bisogno! Grazie di essere passata, un abbraccio

      Rispondi
  6. Que fuerte… Justo estoy aquí, buscando material para un proyecto que estoy haciendo.. Es un poco largo de explicar, pero bueno… Mi proyecto es algo bastante especifico, reune meditación y ceramica y no hay mucho sobre el tema… Y estaba buscando empresas que tuviesen algo que ver… Y me crucé con tu pagina, en la cual enseñas como el Camino espiritual te llevó paso-paso… Y… Pues… Da muchisimo Animo y Entusiasmo llerlo y ver que, por cuanto nuestra sociedad nos quiera hacer creer lo contrario, si Confías en el Universo, Cualquier Proyecto en el que Creas, SÍ se puede realizar!!!
    …Super Gracias por tu Ejemplo y tu Compromiso!!
    Hari Om Tat Sat

    Rispondi
    • Hola Ale, gracias por tu comentario, así es, cuando estamos en el camino que nuestra alma nos indica y sugiere, todo va a estar a nuestro alcance, puede que se necesite tiempo y esfuerzo para lograrlo, pero finalmente va a llegar todo y de la forma perfecta.

      Una pregunta: ¿sabes que este mismo sitio de espiritualidad lo escribo en español? Si tal vez aún no lo has visto, aquí te coloco el enlace, ojalá te guste 🙂
      http://reflejosdeluz.org
      ¡bendiciones y éxito con tu proyecto!
      Elvio

      Rispondi
  7. ti ammiro,volevo dirti che lo sciamano mi swmbra don jjuan medina l’ho conosciuto nel lontano 1998 , viaggiando da sola perù equador ande , ma mi dispiace non aver approfondita la conoscenza oossia non fermandomi nella sua capanna .ho chiesto solo dei consigli ma con tanto scetticismo, avevo delle foto ma mi hanno rubato la macchina fot. un segno del mi scetticismo? ma! ho 70 anni una storia lunga alle spalle e dopo una malattia invalidante (guarita miracolosamente in due gg.) ho deciso di costituire un’associazione ,sto cercando un’esperto per fare un blog spero che l’universo mi mandi la persona giusta.vai avanti che sei sulla strada giusta un abbraccio

    Rispondi
    • Ciao Lucia, un probabile (anzi, direi, sicuro) caso di omonimia, in quanto Juan Camilo Medina, se non erro, dovrebbe avere attualmente 36 anni….quindi nel 1998, ben ormai 19 anni fa ne avrebbe avuti 17, troppo giovane per essere la persona che tu hai incontrato.
      Al di là di questo, ti ringrazio per la tua testimonianza, ed anche per l’intuizione che regali a tutti i lettori di questo blog sulla possibile relazione scetticismo/furto della macchina fotografica…e quindi delle foto che ritraevano posti sui quali eri “scettica”.

      Se vuoi saperne di più sul mio amico e fratello Juan Camilo Medina Gomez, ti suggerisco questo spiraglio: https://spiraglidiluce.org/2015/05/06/incontro-con-un-uomo-straordinario/

      Rispondi
  8. Benissimo, non bene!

    Rispondi
  9. Certo che devi avere un tema astrale ben originale, un Leone molto dinamico….forse con un potente Nettuno o Urano che spingono verso la ricerca spirituale e l’innovazione interiori ma anche esteriori? Vittorio Ruata (un astrologo veterano)

    Rispondi

Have your say