L'arte di scegliere la Gioia - di Francesco Viero - Spiragli di Luce

 Iscriviti ai nostri Feeds

L’arte di scegliere la Gioia – di Francesco Viero

Cosa significa “scegliere”? Quali criteri abbiamo a nostra disposizione per effettuare una scelta? È stato riflettendo su questi quesiti che è nato questo articolo sull’arte di scegliere la Gioia. 

Cos’è la scelta? Cosa vuol dire avere la possibilità di scegliere?

Scelta significa possedere il libero arbitrio quindi lo possiamo collegare al fatto di poter fare quello che vogliamo, ma è proprio così?

Certo, potete farlo e potete pensarla in questo modo, ma dovete sapere anche che ogni scelta muove l’energia; il punto è che ci soffermiamo sulle scelte “superficiali”: pensiamo che scegliere di comprare o meno qualcosa sia legato ad una scelta, che andare o rimanere in un posto sia un’altra scelta, ma avete mai pensato cosa scegliere dentro di voi???

Il vero libero arbitrio è la scelta interiore, è la più grande libertà che l’uomo ha a sua disposizione. Talmente immensa che ci dà la possibilità di essere felici oppure di non esserlo.

Voi mi direte: com’è possibile? La felicità è data dalle cose esteriori, se ho soldi non ho preoccupazioni, se ho una casa sono al sicuro, se ho una compagna/o soddisfo i miei bisogni. Ne siete pienamente convinti? O state semplicemente cercando delle scuse per non scegliere di essere felici a priori? Stiamo scegliendo di vivere o di sopravvivere? Stiamo scegliendo la gioia o la tristezza? Scegliamo la semplicità o il disordine?

 

Scegli di cambiare e cambierai il mondo

 

atlante-che-regge-il-mondoSembriamo tutti separati gli uni dagli altri, ma è realmente così? Come vi spiegate il fatto che se ascoltate musica che vi piace non riuscite a tenere il corpo fermo? Come mai il vostro corpo emotivo si scalda o si congela solo per aver ascoltato le parole di qualcuno o perché i vostri occhi hanno visto una certa immagine? Perché tutto questo?

Se fossimo separati non ci sarebbero questi “imprevisti”, ma fortunatamente siamo tutti connessi (che vi piaccia o no), dentro e fuori ci facciamo da specchio (a fine post troverai un approfondimento proprio sulla “Legge dello specchio” n.d.r.), come sopra e sotto, e se fuori vedo guerra, violenza e distruzione è perché tutto questo è anche dentro di me.

È molto importante capire questo passaggio: ciò che percepisco all’esterno, seppur con le dovute differenze e distinzioni esiste anche al mio interno. 

Allora cosa si puo’ fare?

SI PUO’ SCEGLIERE.

Scelgo di alimentare il mio conflitto interiore, l’odio e la tristezza o scelgo l’armonia, la pace e la gioia? Questo è il vero libero arbitrio. A voi la scelta …

Certo è piu’ facile a dirsi che a farsi, ma la maggior parte di tutti noi non conosce nemmeno questa opzione. Cio’ non vuol dire che il male svanirà da un giorno all’altro, ma pian piano perderà energia perché noi, OGNUNO DI NOI, puo’ scegliere cosa nutrire dentro di se.

 

Scelta e Consapevolezza

 

Un cane o un qualsiasi animale non puo’ scegliere, è governato solo dall’istinto. Non sceglie di attaccare o scappare, lo fa e basta.

All’uomo, invece, è stato dato un dono, la consapevolezza, che gli permette di poter discernere e interpretare la situazione così da poter effettuare una SCELTA.

Anche un seme non sceglie di crescere e diventare un albero, semplicemente perché non ha consapevolezza.

Perché secondo voi non siamo come piante e animali e facciamo istintivamente quello che siamo venuti a fare in questo mondo? Perché Dio, il Grande Spirito, l’Universo (chiamatelo come preferite) ci vuole a sua immagine e somiglianza e vi assicuro che “lui” è molto consapevole e ci ha voluto offrire questo immenso dono: la CONSAPEVOLEZZA.

È grazie alla consapevolezza che siamo liberi di scegliere Condividi il Tweet

La difficoltà piu’ grande qual è? E’ che pensiamo di essere dei meli ma in realtà siamo delle querce. Cosa vuol dire? Che la maggior parte di noi non sa chi è, e che cosa è venuto a fare in questo mondo, ma l’avventura della vita è trovare le risposte a queste domande.

Dobbiamo renderci conto che la felicità e la serenità non arriveranno in un ipotetico futuro: l’unica possibilità che abbiamo è scegliere, ogni giorno, in ogni momento di essere felici, di sorridere alla vita, di volersi bene.                                                                                                        

Questo concetto secondo me è spiegato in maniera semplice e precisa da una bella leggenda dei nativi americani che riporto qui sotto e che ci aiuterà a comprendere meglio cosa significa l’arte di scegliere la Gioia. 

 

La leggenda Cherokee sulla scelta – I due Lupi

 

leggenda cherokee sulla scelta

 

Il nipote chiese al nonno: “Nonno, perché gli uomini combattono?”

Il vecchio, parlò con voce calma. “Ogni uomo, prima o poi è chiamato a farlo. Per ogni uomo c’è sempre una battaglia che aspetta di essere combattuta, da vincere o da perdere. Perché lo scontro più feroce è quello che avviene tra i due lupi”.

Quali lupi, nonno?” “Quelli che ognuno porta dentro di sé”. Il bambino non riusciva a capire. Attese che il nonno rompesse l’attimo di silenzio che aveva lasciato cadere tra loro, forse per accendere la sua curiosità. Infine il vecchio che aveva dentro di sé la saggezza del tempo, riprese con il suo tono calmo.                      

“Ci sono due lupi in ognuno di noi.

Uno è cattivo e vive di odio, gelosia, invidia, risentimento, falso orgoglio, menzogna ed egoismo.” Il vecchio saggio fece di nuovo una pausa, questa volta per dargli modo di capire quello che aveva appena detto. “E l’altro?”

“L’altro è il lupo buono. Vive di pace, amore, speranza, generosità, compassione, umiltà e fede.” Il bambino rimase a pensare un istante a quello che il nonno gli aveva appena raccontato. Poi diede voce alla sua curiosità e al suo pensiero. “E quale lupo vince?”. Il vecchio Cherokee si giro’ a guardarlo e rispose con occhi puliti: “Quello che nutri di piu’”.

La scelta come detto prima è QUOTIDIANA. Le prove e i momenti di difficoltà ci saranno sempre ma possiamo cambiare la modalità di approccio. Per esempio, se si presenta una situazione di disagio che va a sconvolgere il mio corpo emotivo, fisico o mentale, cerchero’ di ACCETTARE ed ACCOGLIERE quel momento sacro. Ma una volta osservati questi cambiamenti, continuerò ad alimentare la situazione di “disagio” o sceglierò una vibrazione piu’ alta, di gioia e di armonia? Quanto più riusciamo a mantenere la nostra vibrazione alta, tanto più curiamo noi stessi e il mondo. Certo ci vuole allenamento e sacrificio (rendere sacro) ma pian piano, con calma, possiamo diventare dei piccoli Soli che illuminano questo mondo ricolmo di tenebre.

 

Essere se stessi ovvero, l’arte di scegliere la Gioia

 

l'arte di scegliere la gioia, con consapevolezza

 

Più riusciremo a fare scelte consapevoli e più conosceremo noi stessi e la nostra missione. Perché scegliere vuol dire esporsi, non aver paura di affrontare le proprie qualità, metterle in mostra, scegliere significa mostrarsi nudi e puri.

Il sole, che ci dona amore e consapevolezza ogni giorno, indossa forse dei vestiti?

Si rinchiude o si nasconde da qualche parte così che nessuno lo possa trovare? Scegliere significa essere scelta consapevole, una delle cose che si avvicinano di più al Sole. Il Sole sceglie in ogni attimo di essere tale, come per noi è una scelta quotidiana scegliere di ESSERE.

Perché una scelta è data dalla voglia di vivere e di crescere, senza si rischia di morire dentro. Scegliere di essere in pace con se stessi, di amarsi ogni giorno, di amare la vita, di amare il compagno/a ogni giorno. Ogni giorno hai la possibilità di scelta, ma dato che ogni giorno è un nuovo ciclo, ogni giorno dovrai scegliere, altrimenti ci sarà qualcun altro che lo farà al tuo posto. In quel caso si che sarà padrone della tua vita, ma per una tua scelta in realtà, semplicemente perché hai scelto di non scegliere nulla.

E’ arrivato il momento di schierarsi, sei un guerriero di luce? Un mago bianco? O un combattente dell’oscurità? Un mago nero? Scegli le tenebre o la luce?

IO HO SCELTO. E VOI?

P.S. mi scuso per aver usato mille volte la parola scelta ma… è stata una scelta voluta!!!! 🙂

 

I miei genitori mi hanno chiamato Francesco Viero. Sono nato a Vicenza nel 1989 sotto il segno del Cancro. Dopo un’adolescenza confusa e turbolenta, all’età di 24 anni ho cominciato a scoprire la bellezza della vita. Aspirante astrologo, Alchimista, facilitatore di cerchi di guarigione, praticante di trattamenti energetici (reiki/reconnection) e appassionato di scrittura e comunicazione curativa.

Qui trovi la mia pagina su Facebook: Il cerchio dell’Energia Vitale


 

Ed ora concludo io, Elvio Rocchi, per ringraziare Francesco per questo bel articolo “L’arte di scegliere la Gioia”. Se vuoi proseguire la lettura sul blog, ti suggerisco un tema sicuramente caro tanto a me, quanto a Francesco (e, ovviamente, a Merj) che si chiama L’importanza del rituale per vivere più felicifatti un regalo e scegli di leggerlo! 

E se “L’arte di scegliere la Gioia” ti è piaciuto, ti chiedo (ovviamente, con Gioia) di scegliere di condividerlo su Facebook o sul tuo social preferito! 🙂

Commenta con Facebook

1 comment

  1. Mediterò nuovamente su tutto questo, hai raccontato in modo sublime come funziona la ricerca della felicità.

    Rispondi

Lascia un commento