Iscriviti ai nostri Feeds

Bambini e ragazzi indaco: l’Archetipo del Distruttore

Ho scritto questo spiraglio per consegnare un messaggio ai bambini ed ai ragazzi indaco. Il messaggio parla dell’Archetipo del distruttore e di come usare al meglio questo dono che essi possiedono

Chi sono i bambini Indaco? Sono persone che hanno scelto di preparare il mondo a vivere una nuova era.

Hai mai sentito parlare di loro? Si tratta di un tema divenuto ormai piuttosto popolare.

Gli Indigo child (questo il loro nome in inglese), sono individui dotati di caratteristiche molto particolari, venuti al mondo con uno scopo ben preciso e il cui nome deriva dal particolare colore emanato dalla loro aura che è, appunto, l’indaco. 

Perché nel titolo parlo non solo di bambini, ma anche di ragazzi indaco

Semplicemente perché molti di loro sono già da tempo su questa Terra, venuti ad assolvere alcune funzioni particolari. Ed è proprio ad una di queste che voglio dedicarmi in questo Spiraglio, e cioè il fatto che molti di loro incarnano l’Archetipo del distruttore. 

In parole povere, di colui che prepara alla metamorfosi, alla crescitaal cambiamento ed all’evoluzione

Colui che facilita il risveglio. 

Tanti mi chiedono, anche in privato, come si fa a riconoscere o riconoscersi in questo profilo. Intanto, voglio farti sapere che ho già dedicato un post a questo argomento, che puoi leggere su Cammina nel Sole.

A parte questo, prometto che prossimamente scriverò un nuovo post dove approfondirò bene il tema “Indaco” dal mio personalissimo punto di vista, quindi…STAY SPIRAGLIED!

 

Il messaggio è arrivato il giorno di San Biagio, un giorno speciale

 

bambina indaco

 

La celebrazione di San Biagio ricorre il 3 febbraio. Amo incondizionatamente questo santo.

I primi giorni di Febbraio, Santa Brigida, la Candelora insieme a San Biagio, mi riportano indietro di non so quanti secoli. Profumano di antichità. Mi toccano l’anima.
In particolare San Biagio è il mio preferito. Ormai ritrovarmi a messa la mattina presto con i miei amici più cari è una tradizione. Contagio sempre più persone con il mio entusiasmo. E’ come se fosse Natale per me! E non è un caso che un messaggio di tale portata sia arrivato proprio in questo giorno.

San Biagio è il protettore della gola e quindi della parola, della comunicazione. Trovo che uno dei problemi più grandi nell’essere umano sia la mancanza di comunicazione. Nonostante tutta questa tecnologia, nonostante siamo sempre connessi, in contatto, non sappiamo comunicare. Ci perdiamo in un bicchiere d’acqua.

Diamo sempre per scontato che gli altri ragionino come noi. Peggio ancora che ci leggano nel pensiero o che comprendano i nostri modi di fare, i nostri silenzi. Se ci riflettete la maggior parte dei problemi che abbiamo avuto e che abbiamo con i nostri cari, partner e famigliari sono dovuti a problemi di comunicazione.

Parliamo e non ci capiamo davvero!

Ecco perché è cosi’ importante per me il giorno di San Biagio. Mi ricorda che devo sforzarmi, migliorare, crescere e devo farmi capire meglio e allo stesso tempo devo sforzarmi, migliorare, crescere e devo saper comprendere meglio gli altri.
La comunicazione è alla base dei rapporti umani, e non solo: è tutto.

E forse ti starai chiedendo: ma tutto questo ha a che fare con i ragazzi indaco? La risposta, per me, è si e adesso ti esporrò il perché.

 

Il messaggio che ho ricevuto

 

ragazzi indaco

 

Dopo la messa passeggiavamo e chiacchieravamo.

E’ stato davvero un attimo. In un attimo mentre un mio caro amico, ragazzo Indaco, si lamentava degli ultimi avvenimenti della sua vita, ho sentito dentro di me parole e sentimenti che dovevo comunicargli, che doveva sapere per ritrovare la Via, la giusta direzione e quello che ho detto al mio caro compagno di vita lo dedico con sincero amore fraterno a tutti gli Indaco:

Amici miei,
dovete imparare a “distruggere” con cognizione di causa.

Siete venuti affinché facciate posto alla nuova Era. Tutto quello che non è in risonanza con Amore e Libertà deve cambiare, mutare, trasformarsi ed evolvere. Avete un compito altissimo e difficile ma potete farlo. Abilità e talenti, sensibilità e doti uniche, tutto vi è stato donato. Imparate a fidarvi di voi stessi. Cosa ancor più importante, il potere della Distruzione che vi è stato dato non deve ritorcersi contro voi stessi: dovete imparare ad usarlo.

I talenti vanno sviluppati e conosciuti, solo così potete Servire.

E’ semplice. Pensate a come buttano giù un palazzo con gli esplosivi. Niente viene lasciato al caso, tutto viene studiato e calcolato. L’esplosione è contenuta e ordinata ma allo stesso tempo efficiente. Si potrà ricostruire.
Lo stesso dovete fare voi. Contenere energia, misurarla. Non abbandonatevi alla foga per il gusto di distruggere chi avete davanti e poi mortificarvi per quanto successo. Permettete a chi verrà dopo di voi di ricostruire. Se bruciate e fate esplodere tutto in modo caotico, come è possibile ristabilire l’armonia? 

So che siete di altissimi principi, so bene che questa società non ha senso per voi, so che non tollerate bigottismo, chiusura mentale. Nessuno vi comprenderà meglio di me. So come vi sentite e cosa provate ma il mio è un invito ad essere più misurati.

Specie con le parole. Oggi è San Biagio. Le parole possono essere la vostra dinamite e fare a pezzi le persone e voi stessi.
Scegliete con cura cosa dire, sempre. 

Siete Indaco, chiavi che apriranno porte di un nuovo mondo.

Se continuate a fare a pezzi voi stessi e chi vi circonda, non ci sarà nessun cambiamento. 

Fidatevi di quanto dico. Affidatevi al Cuore e fate parlare lui. Non sbaglierete mai.
All’inizio forse avrete un po’ di difficoltà ma non è impossibile.
Uscite dal loop nel quale vi trovate e siate portatori di Amore. Preparate voi stessi e il mondo alla rinascita.“.

Il mio messaggio per i ragazzi indaco..un ultimo pensiero

 

messaggio bambini indaco

 

Tutti i ragazzi Indaco che ho conosciuto sono naturalmente inclini a portare il cambiamento su questa Terra. Ci sono Anime più miti, altre più irruente. Ognuno nel suo piccolo partecipa alla Grande Opera, alla Missione per la quale hanno deciso di incarnarsi e per la quale sono stati chiamati.

E’ per questo motivo che chiamerei tutto questo Evoluzione della Distruzione.

Il nuovo verrà quando il vecchio non ci sarà più. Solo loro possono liberarci da ciò che è stato e da ciò che é insegnandoci a chiudere i cicli e preparandoci a una nuova era.

E la liberazione passa anche attraverso la distruzione che non deve per forza essere sinonimo di caos, di negatività ma di freschezza e di ampi confini, di novità, di pace.

Un abbraccio

 

Prima di concludere, come facciamo sempre su Spiragli di Luce, ti lascio un suggerimento di lettura, in questo caso ad un mio precedente scritto, che si chiama Lettera di una figlia ai genitori del mondo

Ringrazio infinitamente Ludovico Einaudi e la sua Petricor che mi hanno ispirata, tenuta compagnia e aiutata a scrivere questo spiraglio. E se questo mio personale messaggio dedicato ai ragazzi indaco ti è piaciuto, ti chiedo di condividerlo. Grazie.

Merj Tauro

Commenta con Facebook

Lascia un commento