Iscriviti ai nostri Feeds

È pericoloso viaggiare in Colombia?

“Elvio, è pericoloso viaggiare in Colombia”? Questa domanda mi è stata rivolta così tante volte che mi sono deciso a scrivere un articolo per rispondere. E ovviamente la risposta è…

No! Viaggiare in Colombia, secondo la mia esperienza, non è pericoloso affatto, e anzi, è una meravigliosa esperienza che potrebbe cambiarti la vita per sempre. 

Perché lo dico? Beh, perché a me l’ha cambiata ed avrò modo di raccontartelo in questo post.

Questo non significa che non esistano delle precauzioni da prendere e che non sia il caso di fare attenzione in certe particolari situazioni, ma non ti preoccupare, voglio dedicare un po’ di tempo per spiegarti quali quante sono tali situazioni, in modo che tu possa viaggiare in tutta sicurezza. 

 

è pericoloso viaggiare in colombia

Le idee europee (ed italiane) medie sulla Colombia

 

Colombia paese di narcotrafficanti, di guerriglia, ecc. quante volte abbiamo sentito queste associazioni? Tante, vero? Chi, pensando alla Colombia, non associa istintivamente il nome di Pablo Escobar? Se già prima, almeno per sentito dire, questo nome era celebre, dopo la serie Narcos ancora più persone hanno conosciuto la triste storia del padrino di tutti i narcotrafficanti.

Attenzione, però, Pablo Escobar è morto nel 1993, ben 24 anni fa; da allora la Colombia ha subito profondi mutamenti sociali, politici ed economici e, ad oggi, è un paese che può garantire esperienze di totale sicurezza al turista o viaggiatore che vi si voglia recare. Anzi, come dicevo poco fa, la grande gentilezza ed amabilità dei colombiani (in Italia ce la scordiamo!) ti stupiranno e ti faranno sentire costantemente a tuo agio. Come si dice in Colombia “El riesgo es que te quieras quedar”…il rischio è che tu non voglia più andare via! 

 

amazzonia colombia

Chi sono e cosa so della Colombia

 

Mi chiamo Elvio Rocchi e sono un ingegnere che ha deciso di mollare il tuo lavoro per fare il musicista, viaggiatore blogger. Ho vissuto in Colombia per un anno nel 2013, vivendo un’esperienza meravigliosa. Andai in Colombia per stare con la mia ragazza (colombiana) e decisi di fermarmi; ho lavorato come volontario, come musicista, come barista e ho fatto la comparsa in una telenovela (in Colombia, tutto è possibile!); seguivo gli allenamenti di kung fu all’Universidad Nacional di Bogotà, un’esperienza “colombianizzante” dato che due ore al giorno, sette giorni su sette, mi allenavo con studenti dell’università, tutti rigorosamente colombiani.

 

viaggiare in colombia è sicuro?

 

Tornai poi in Colombia per un viaggio di tre mesi dove ebbi la grande opportunità di conoscere lo sciamanesimo e di intervistare lo scrittore Juan Camilo Medina Gomez (ne parlo in questo post: L’Ayahuasca, un libro ed un incontro) e di andare in Amazzonia

Infine, tornai per la terza volta, per altri sei mesi nel 2016. Ormai mi sentivo sicuro di me e immerso nel modo vi vivere colombiano: comprai una moto e girai da solo il paese, percorrendo oltre 4000 km. 

Quindi…è pericoloso viaggiare in Colombia? Lo ripeto: no! Anche se qualche precauzione è bene prenderla e ora te ne parlerò più nel dettaglio.

 

viaggiare in Colombia in moto

“Non dare papaya”

 

La papaya è un gustoso frutto tropicale che sicuramente conoscerai. Dare papaya, però, è un espressione, molto colombiana, che non ha a che fare con la papaya vera e propria, bensì con il non essere distratti. 

Se andrai in Colombia, ti verrà detto spesso. “È pericoloso uscire in questo quartiere?” “No, amigo, però, non dare papaya“.

Per intenderci, per dare papaya s’intende uscire per strada esibendo orologi ed oggetti di valore o magari parlare al cellulare o mettersi a fare foto con qualche macchina fotografica, magari costosa, nel bel mezzo di un quartiere popolare. Ecco, non è un’ottima idea. 

Parti dal presupposto che tutto andrà bene, però, abbi sempre un occhio a come ti muovi, a quello che fai. Non sto parlando di essere paranoici o tesi tutto il tempo. Ci sono dei luoghi totalmente sicuri dove un po’ di papaya la potrai dare tranquillamente (ad esempio, il nord di Bogotà) altri in cui sarà meglio evitare di darla. Pensa ad un ipotetico indicatore di papaya che va dal darne molta al non darla affatto: ecco, avrai già tutti i requisiti per un viaggio sicuro.

 

non dare papaya

 

È pericoloso viaggiare in Colombia? Scendiamo nel dettaglio

 

In Colombia ci sono zone totalmente sicure, questa è la buona notizia. I classici itinerari turistici che tutti i mochileros (viaggiatori zaino in spalla) ma anche turisti, tra cui famiglie con figli a seguito seguono, sono in zone in cui si può stare tranquilli. A fine post indicherò quali sono tali zone.

Nelle aree urbane delle tre città principali, che sono la capitale BogotàMedellin Cali ci sono invece zone in cui si può dormire sonni tranquilli, altre in cui si può andare facendo però più attenzione (non dare papaya!) ed altre che sono assolutamente sconsigliate e in cui ti consiglio di non avventurarti.

È difficile fare un elenco completo e ti suggerisco di chiedere direttamente negli ostelli o alberghi in cui alloggerai quali zone visitare e quali no. A Bogotà è molto sicura e lussuosa la zona rosa conosciuta anche come zona T ed è possibile anche alloggiare in questo settore.

Certamente più interessante però, è il quartiere della Candelaria, dove ho vissuto io per quasi nove mesi. È un quartiere di artisti e studenti, in cui vedrai una Colombia assolutamente affascinante e in cui avrai la possibilità di vivere esperienze indimenticabili. 

 

quartiere candelaria bogotà

 

Nella Candelaria, la regola la riassumerei così: puoi stare tranquillo di giorno (senza dare troppa papaya) e un po’ più attento la sera. A notte fonda, ti sconsiglierei vivamente di avventurarti per le sue stradine impervie ed oscure.

Medellin c’è un quartiere che si chiama Poblado in cui ci sono numerosi ostelli, hotel, ristoranti, totalmente sicuri. Per le altre zone, come ti dicevo, chiedi. A Cali il quartiere turistico per eccellenza si chiama San Antonio ed è veramente stupendo. Se poi vuoi vedere i quartieri più popolari di Medellin, ti suggerisco di fare come me, vedili dall’alto, comodamente seduto sulla teleferica. 

 

 

La differenza tra campagna e città

 

Ho viaggiato in lungo e in largo in Colombia, sia con gli autobus che con la moto. Posso dire che, mentre nelle città bisogna stare attenti, nelle zone rurali la tranquillità e la sicurezza che si respira è veramente tanta.

In particolare, ho vissuto tre mesi nel bellissimo paese coloniale di Villa de Leyva (congiliato!): quasi tutte le sere andavo a farmi una passeggiata nel bel fresco serale, magari dopo aver scritto il blog, o passavo a bermi una birra alla cava de Don Fernando rientrando a piedi in tutta tranquillità alle due o anche alle tre di notte.


Stai organizzando il tuo viaggio in Colombia? Non aspettare che la partenza si avvicini e Prenota il tuo Hotel o Ostello su Booking.com



Booking.com


Stessa cosa posso dirla per tutti i vari paesini della regione Cundinamarca, ad esempio Villeta, La Vega o la bellissima Guaduas

Anche la zona dell’eje cafetero è assolutamente tranquilla. In questa regione, si produce il caffè. Tappa obbligatoria: Salento…no, no! Non ti sto dicendo di andare in Puglia…c’è proprio un paesino che si chiama Salento!

 

Salento, Colombia, valle del caffè

 

Per quanto riguarda le zone rurali, bisogna dire che per lungo tempo alcune regioni sono state devastate dalla guerriglia. Viaggiare in regioni quali il Chocò, Arauca, Casanare, Putumayo non è stato semplice per molti anni, ma grazie al processo di pace che è in corso le cose stanno cambiando.

E potrebbero cambiare velocemente! Nel momento in cui scrivo l’accordo di pace tra le FARC ed il governo è stato ormai finalmente firmato. In alcune zone potrebbe non essere assicurata la smilitarizzazione, cioè, non si può avere la certezza al 100% che tutti i guerriglieri o paramilitari abbiano deposto le armi ma, in generale, il paese sta diventando sempre più accessibile. E poi, ricorda, se ti muoverai lungo i percorsi che ti consiglierò alla fine…puoi stare tranquillo!

Allora, Elvio, è pericoloso viaggiare in Colombia? Da quello che dici sembra di no! E…in effetti, non lo è. Adesso ti dirò però alcune valide precauzioni da prendere. 

 

Furti per la strada

 

Parti dal presupposto che non accadrà niente. Anche qui, sentirai dire mille e mila cose diverse, consigli spesso eccessivi e strampalati. Adesso ti do la mia, semplicissima versione.

Alcuni dicono di non portarsi dietro soldi. A parte che la vedo dura uscire senza soldi (e se devi comprare qualcosa?), ma nel malaugurato caso in cui qualcuno dovesse avvicinarti per un furto, beh, a mio parere i soldi è meglio averli. Come ti dicevo, non succederà nulla, ma senella remota possibilità in cui qualcuno ti avvicinasse per chiederti di consegnargli soldi o cellulare, daglieli subito. 

I piccoli delinquenti si accontenteranno e si dilegueranno senza torcerti un capello, mentre invece in caso di resistenza le conseguenze potrebbero essere molto più gravi.

 

Taxi

 

A Bogotà è sconsigliato fermare i taxi per la strada. Si dice. In realtà, io l’ho sempre fatto e non mi è mai accaduto niente. Se però vuoi stare tranquillo, puoi fare così: non appena hai un wi-fi ti scarichi un’applicazione chiamata Tappsi; basterà cliccare e col gps il taxi vedrà dove sei, e un gentilissimo autista (del quale ti apparirà nome e numero di matricola) verrà a recuperarti dove sei senza nessun costo aggiuntivo. 

In alternativa in Colombia esiste Uberleggermente più costoso. Ultima modalità: chiedi semplicemente all’ostello o ristorante in cui ti trovi di chiamarti un taxi, arriverà in pochi minuti e sarà sicuro. Dicevamo…è pericoloso viaggiare in Colombia? Come puoi vedere ni, ma seguendo alcuni accorgimenti il ni diventa no. 

 

salento colombia

Cellulare

 

Il furto del cellulare è comune in Colombia. Ma quindi, Elvio, non posso girare col cellulare o fare le foto??? Certo che puoi. Però, non dare papaya. Personalmente, ho fatto migliaia di foto, però, quando tiravo fuori il cellulare dalla tasca, mi guardavo sempre intorno.

È una buona abitudine che ti consiglio. È gratis, veloce e indolore.

 

Autobus

 

Viaggiare in autobus in Colombia è assolutamente sicuro. I turisti usano tranquillamente gli autobus anche di notte, senza problemi. Certo, a me è capitato di essere scortato dall’esercito, mentre viaggiavo di notte tra Pasto Cali, però devo dire che era il 2013, la situazione politica era totalmente diversa…ma poi…in fondo, avere la scorta significa appunto viaggiare tranquilli.

I guerriglieri non si sognano certo di attaccare un convoglio di autobus scortato dai mezzi dell’esercito. Preciso ancora che i tempi sono cambiati, che mi trovavo in una zona “calda” (non è così ad esempio tra Bogotà e Medellin) e che era notte.

 

Notte vs Giorno

 

Nelle grandi città, la sicurezza cambia drasticamente tra notte e giorno. I controlli di polizia diminuiscono quando cala il sole, fino quasi a scomparire totalmente ed alcune zone diventano terra di nessuno…ovviamente, non sto parlando delle zone turistiche!

Il mio suggerimento è quello di prendere un taxi per tornare a casa la sera. Evita camminate notturne, soprattutto in zone che non conosci. Ancora una volta…viaggiare in Colombia è pericoloso? Confermo ancora il no iniziale. Però, non ti dimenticare di seguire questi suggerimenti e… non dare papaya! 

 

Segui l’intuito

 

Se parliamo del fatto che viaggiare in Colombia sia pericoloso o meno, beh, sai cosa ti dico? Io ho sempre seguito l’intuito. Mi sono trovato in situazioni particolari, con persone che conoscevo poco, a salire sulle loro moto o macchine senza sapere bene dove stavo andando. Non è sicuramente un comportamento ideale, però, ti posso dire che seguendo il mio intuito sentivo che tutto sarebbe andato bene. 

Se “senti” dentro di te qualcosa che non va in una situazione, non essere timido. Rispettosamente, cortesemente, declina gli inviti che senti non essere “safe” nella tua percezione. È pericoloso viaggiare in Colombia? Dipende anche dal tuo sentire. Seguendo questi suggerimenti e unendoli al tuo intuito, non lo sarà affatto. 

 

guatape pedra del peñol

Percorsi e link consigliati

 

Uno tipico è Bogotà – Costa del mar dei Caraibi. Ho dedicato quattro post a questo itinerario, qui il link del primo: La lunga strada verso i Caraibi.

Per quanto riguarda la valle del caffè, ecco un postViaggio nella valle del caffè colombiano.

Per altri itinerari e consigli, puoi consultare anche il blog della mia amica RobertaIncolombia.it

Puoi anche scaricare l’e-book che io e Roberta abbiamo scritto insieme, si chiama Apro gli occhi e parto

 

Organizzo il tuo viaggio in Colombia!

 

Voglio anche farti sapere che organizzo sessioni di consulenzatutoring per organizzare il tuo viaggio in Colombia in totale sicurezza ed indicandoti, secondo i tuoi gusti quelle che sono le tappe imperdibili, gli ostelli e gli Hotel più belli e divertenti, gli eventi culturali ed artistici assolutamente imperdibili.

Questo servizio è basato su due anni di vita vera, reale, vissuta da me in Colombia; due anni in cui ho avuto sia l’esperienza del turista che quella dello “straniero” che vive nel paese. Sono sessioni che vengono eseguite su Skype nelle quali ti posso dare anche tutte le “dritte” riguardanti trasporti, costi, salute, assicurazioni, cose da portare assolutamente con te e tutto quanto è necessario per una esperienza da sogno?

Ti piace l’idea?

Se si contattami senza impegno e ti darò informazioni su costi modalità del servizio.

 

Elvio, non ci hai detto perché la Colombia ti ha cambiato la vita! 

 

È vero, hai ragione. È difficile far entrare tutto in un singolo post. Non ti preoccupare però, qui ne trovi uno in cui lo spiego per filo e per segno: perché ho lasciato il cuore in Colombia

In conclusione: è pericoloso viaggiare in Colombia? Come avrai capito per me la risposta è (presi i dovuti accorgimenti) no! 

Ah, quasi dimenticavo…è pericoloso viaggiare in Colombia? 

Qui alcune risposte fotografiche (e video) 

 

sicurezza in colombia: guida per viaggiare sicuri

Ti sembro preoccupato in questa foto? Beh, in effetti direi di no. E qui, mentre navigo sul Rio delle Amazzoni? 

 

 

O forse qui, mentre sono da solo in bici nel deserto? 

 

 

E nemmeno percorrendo 4000 km da solo in moto ho avuto problemi…

 

viaggiare in moto in sud america

 

Ma aspetta…mi chiedevi se…è pericoloso viaggiare in Colombia? Si è detto di no, però, beh. ecco, forse gli oggetti che mi tiravano queste scimmie potevano risultare effettivamente pericolosi…

 

 

Mi auguro che questo Spiraglio ti sia piaciuto e ti sia stato utile. Concludo con un piccolo appello: un sito come questo ha un costo di diverse centinaia di euro (attualmente intorno ai 700) e mette a disposizione tantissime informazioni gratuite. 

Ci vuoi aiutare con una donazione? Basta il costo di un caffè (anche se non sarà colombiano, sigh!) e, inoltre, ci sono tanti altri modi per sostenerci, se vuoi usare anche solo un minuto del tuo tempo per approfondire, visita questa pagina: Dona con il Cuore!

grazie per essere stato qui e arrivederci al prossimo spiraglio! 

 

 

Commenta con Facebook

2 comments

  1. Ciao Elvio,

    in novembre vado per 5 mesi in Colombia e mi piacerebbe far un viaggio in moto all’avventura, come ho fatto in Vietnam qualche anno fa… ho letto con piacere il tuo blog e sono contento di sapere che posso andare tranquillo senza troppo stress che accadano cose negative:)

    Grazie mille e piacere di conoscerti!

    Stefano

    Rispondi
    • Ciao Stefano,

      grazie mille per il tuo messaggio, segui i suggerimenti che do in questo articolo (ed informati anche presso altre fonti) e vedrai che la Colombia è un paese stupendo che ti darà bellissime soddisfazioni!

      Rispondi

Lascia un commento