Legge di Risonanza o di Attrazione: Come funziona? | Spiragli di Luce Blog

 Iscriviti ai nostri Feeds

Legge di Risonanza o di Attrazione: Come funziona?

Cosa c’è di vero nella legge di attrazione (nota anche come legge di risonanza)? Esistono prove scientifiche che la supportano? Ecco alcune risposte.

Caro lettore, sento che è arrivato il momento di parlare di un argomento molto importante: la cosiddetta legge di attrazione conosciuta anche come legge di risonanza.

Andando dritti al punto: la legge dice che ciò che ci accade, le situazioni che viviamo e le persone che incontriamo, non avviene per caso bensì, lo attraiamo noia seconda del particolare stato emotivo ed energetico in cui ci troviamo.

In pratica, stabilisce che c’è una relazione tra noi stessi e il mondo esterno: quello che accade intorno a noi, dipende da ciò che siamo.

Con “ciò che siamo” mi riferisco alla nostra interiorità nella sua interezzapensieri, emozioni ed energia.

Se sei portato ad essere triste, incontrerai persone altrettanto tristi (o che si comporteranno in modo tale da renderti triste). Tenendo, invece, alla felicità, incontrerai persone felici o, comunque, che contribuiranno alla tua felicità.

 

La realtà restituisce la tua immagine interiore come in uno specchio. 

 

Per questo si chi chiama Legge di Attrazione: attrai situazioni che corrispondono a ciò che sei. Si può chiamare anche Legge della Risonanza perché si suppone che ognuno di noi sia caratterizzato (proprio come uno strumento musicale), da una sua particolare vibrazione. Ciò che accade, lo fa in risonanza con essa.

Questa legge era conosciuta in oriente e dalle culture antiche, ma ne troviamo traccia anche nella nostra cultura popolare.

Il senso più profondo di “aiutati che Dio ti aiuta” è proprio questo: “aiutati” (sii il primo a cambiare il tuo modo di vedere le cose), che “Dio ti aiuta” (ti aiuta, appunto, a cambiare la realtà che vivi).

Vale anche per: “Se vuoi che la vita ti sorrida, sorridi alla vita“:Se vuoi che la vita ti sorrida” (se vuoi che cambi il mondo intorno a te), “sorridi alla vita” (guarda il mondo con occhi diversi).

Legge di risonanza in musica

 

Esiste una base scientifica per tutto questo? In un certo senso si. Da musicista, trovo la domanda estremamente stimolante.

La legge della risonanza è un principio fisico noto e osservabile: se suono la nota “La” su una chitarra, la corda corrispondente al “La” inizierà a vibrare (da sola!) su un altro strumento, senza che nessuno la tocchi.

Ma come è possibile?

Lo è perché il suono è aria che vibra. La nota “La” ha una vibrazione precisa e misurabile, fa oscillare l’aria a una data frequenza. Quando quest’aria vibrante incontra la corda di uno strumento, costruita ed accordata per produrre un “La”, questa inizierà a vibrare. È un po` come infilare la chiave in una serratura: si aprirà solo con quella giusta.

Ti mostrerò adesso come ciò accade nel seguente video:

 

 

Bellissimo, vero? La scienza però, si ferma qua. Se parliamo di sistemi acustici, elettrici, etc. la legge di risonanza è ampiamente dimostrata. Ma è applicabile a noi esseri umani? 

Rispondo subito alla domanda ma prima ti chiedo solo un istante del tuo tempo per dare mi piace alla nostra pagina Facebook: ci aiuterai a crescere rimarrai in contatto con noi e con tutte le future pubblicazioni!

 

 

Legge di risonanza applicata agli esseri umani

 

Secondo le filosofie orientali, le culture antiche, gli indigeni del Sud America e la nostra cultura popolare, pare che la legge della risonanza si applichi anche agli esseri umani.

L’universo è in vibrazione, ogni particella che compone la materia vibra, noi stessi vibriamo. Ciò che viviamo corrisponde alla nostra frequenza di vibrazione ed è un’immagine di ciò che pensiamo e sentiamo di esso.

Hai mai conosciuto una persona “sfortunata”? 

A me capitò di conoscere un ragazzo che si definiva tale (nota la differenza…) ed, effettivamente, tutto gli andava storto.

Va veramente era sfortunato?

Ovviamente no: la fortuna, intesa come dea bendata che elargisce regali alla cieca, non esiste. In realtà, seppur senza volerlo, era lui stesso che attirava le proprie sventure, attraverso una ostinata visione negativa della vita e del mondo.

Possiamo dire, quindi, che il detto “La fortuna è cieca ma la ‘sfiga’ ci vede benissimo” non è affatto corretta: entrambe ci “vedono bene“…sta poi ad ognuno di noi metterci sotto l’influenza dell’una o dell’altra!

 

Il Denaro e la Legge dell'Attrazione (Videocorso DVD)
Il Denaro e la Legge dell’Attrazione (Videocorso DVD)
Come attrarre la ricchezza
Esther e Jerry Hicks

 

Legge di attrazione in amore

 

“Sentivo” che te lo stavi domandando!

È uno dei temi più dibattuti: ci si chiede… legge di risonanza e amore…c’è un legame? La mia risposta è: certamente si. 

La legge di attrazione è valida anche in amore! 

Quindi, donne: attenzione a frasi tipo “gli uomini sono tutti uguali“. E voi, uomini, occhio a dire “le donne sono tutte uguali“, rischiate che si avveri!

Infatti, se al mondo siamo sette miliardi, come possono 3 miliardi e mezzo di persone essere “uguali”? Ancora una volta, è la risonanza che crea questa illusione.

Se sei donna e possiedi una certa immagine del mondo maschile, le persone che incontrerai inevitabilmente ti restituiranno (come in uno specchio) tale immagine. Più trovi uomini che la rispecchiano, più questo rafforzerà la tua convinzione che tutti gli uomini siano effettivamente così, creando un pericoloso circolo vizioso.

Ti potrebbe accadere persino di conoscere uomini sinceri, coraggiosi, integri e finire per non fidarti di loro, in quanto non confermano lo stereotipo a cui sei abituata.

In psicologia, tale fenomeno è noto come profezia che si auto-avvera. 

Se vuoi evitare il circolo vizioso, anche quando le cose sembrano andare all’esatto opposto di come vorresti, dai fiducia al futuro: ricorda che esso dipende da te

Vedere le cose in questo modo, cambia radicalmente la vita. Il mio cambiamento è iniziato quando ho spostato lo sguardo dentro di me.

Spostare lo sguardo all’interno, ti fa smettere di ricoprire il ruolo della vittima e ti fa diventare autore e protagonista della tua vita. Non esiste separazione tra interno ed esterno: Tu sei la vita, che scorre incessantemente e con un legale indissolubile col tutto, portando dentro di sé un potenziale invisibile di bellezza infinita, pieno di regali che ti aspettano, non appena sarai pronti per riceverli.

 

Per concludere, due citazioni e qualche spiraglio in tema

 

Sii il cambiamento che vuoi vedere nel mondo (Ghandi) Condividi il Tweet

Se vuoi muovere il mondo, muovi prima te stesso

(Socrate)

 

Sulla legge di risonanza troverai sul web un’infinità di articoli. A mio parere due validi li trovi sui siti Crescitaspirituale.it e Visioneolistica.

Se dovessi scegliere, invece, tra i miei post uno in cui si vede a livello pratico come agisce la legge di attrazione, sicuramente sceglierei il racconto del mio ultimo viaggio in Sud America, che trovi qui:

Tre mesi dall’oscurità alla luce (l’oscurità)

Per comprendere meglio come e perché siamo i creatori della nostra vita, ti suggerisco infine questo spiraglio:

Che tu creda di farcela o meno, avrai comunque ragione

Se il post ti è piaciuto, condividilo usando i pulsanti che troverai in fondo alla pagina.

Grazie e arrivederci al prossimo spiraglio. 

 

Chiedi e ti Sarà Dato
Chiedi e ti Sarà Dato
La Legge dell’Attrazione
Esther e Jerry Hicks

Compralo su il Giardino dei Libri

 

Usa la Legge di Attrazione

Usa la Legge di Attrazione
Gli ingredienti essenziali di una vita prosperosa
Jack Canfield, Mark Victor Hansen, Jeanna Gabellini

Compralo su il Giardino dei Libri

 

La Via della Ricchezza (eBook)

La Via della Ricchezza (eBook)
Il denaro al servizio dell’umanità
Salvatore Brizzi

Compralo su il Giardino dei Libri

Commenta con Facebook

16 comments

  1. il discorso fila ed ha basi fondatissime, ma è forse un po troppo meccanicistico; magari fosse così schematica la questione…. ci sono un sacco di parametri, nascosti e non, che entrano in gioco 🙂
    un salutone

    Rispondi
  2. Caro Elvio, condivido in toto quello che scrivi. Ho iniziato un percorso di questo genere qualche anno fa ed è…bello, stimolante e complicato 🙂 A volte tremendamente complicato, perché mi ritrovo a combattere con l’avversario più difficile: me stesso, con schemi mentali saldamente ancorati e temprati da anni di convinzioni, pensieri e frasi spesso ripetute.
    A volte mi pare di essere alla guida di un fuoristrada: per un certo tratto lo guido con naturalezza, poi mi ritrovo fuori strada…con la stessa naturalezza! Allora sterzo il volante e torno sulla strada, nei tempi e nei modi giusti per me e quella situazione.
    Non è semplice, ma neanche impossibile: è quando ottieni dei risultati che ricevi anche la “ricarica” per continuare 🙂

    Rispondi
    • Caro Mirko, hai perfettamente ragione: ci si ritrova fuori strada perché una parte di noi, che possiamo magari chiamare il nostro “ego”, modifica impercettibilmente la nostra visione….a poco a poco, giorno dopo giorno…e così…zac! A un certo punto ti ritrovi fuori strada senza essertene accorto. Ma non è un problema! Fai bene a girare il volante e a tornare nel cammino! Un piccolo consiglio: proviamo magari a porci la domanda: “sono sicuro di essere ancora sulla strada?”….e poi “ma è proprio la strada che fa per me?” e quindi osservare con attenzione. Magari sarà più facile non perdersi 🙂 un abbraccio

      Rispondi
  3. Caro Elvio, per me questo tuo articolo è uno dei più interessanti ed emotivamente coinvolgenti. Attraverso i tuoi spunti e lo scrivermi sulla risonanza,volgendo lo sguardo dentro me stessa, e non fuori da me, mi hai fatto capire tante cose, ed ho vissuto un bel periodo di introspezione, domande, nuove risposte ed “esperimenti”. Certo, non è per niente facile; è una strada in salita. Ma perseverando nel cammino,alle volte sbandando, altre rallentando il passo o facendo una sosta; ebbene…all’improvviso viene una gran voglia di correre, e danzare…e cantare. E’ come se si rivelasse il mondo in tutta la sua bellezza ed armonia, proprio perchè tale bellezza ed armonia, pace si scopre in se stessi. Ed attenzione: per me non è significato non volgere lo sguardo al perchè di alcuni pensieri o preoccupazioni, in quanto un ricordo era particolarmente doloroso, quindi non osservarlo o riviverlo nel cuore per non incupirmi ed essere (diciamo) in risonanza con quella tristezza. Ma dare nuovo significato anche alle esperienze vissute, reputandole come necessarie per la mia crescita e formazione. Frequentare meno, per non dire chiudere alcune rapporti non positivi, e costruirne di nuovi. Ci sarebbe davvero tanto da dire, ma mi fermo qui. 🙂
    Un bacio

    Rispondi
    • eh già…le esperienze arrivano proprio per insegnarci delle cose…e in genere quando comprendiamo il perché del loro arrivo della nostra vita passa pure il dolore che ci hanno provocato (meglio tardi che mai! hehehe) ….mi piace molto la voglia di correre e danzare!

      Rispondi
  4. Grazie per il video del violoncello.

    Rispondi
  5. Verissimo tutto ciò che hai scritto. E’ arrivato il momento di vivere la vita che ognuno di noi ha sempre sognato 😉

    Rispondi
    • è proprio vero caro DeLord…del resto posso dire che tu, con la tua musica e le tue idee ne sei una dimostrazione!
      La legge di risonanza ha cambiato la vita a milioni di persone…e al di là del raggiungimento dei propri obiettivi e della scoperta della “attrazione” che possiamo esercitare su di essi, scoprire questo principio ci permette di sentirci connessi con l’Universo e comprendere più a fondo la nostra missione su questa terra

      Rispondi
  6. Ho appena letto e guardato il tuo video, Elvio. Me lo ha mandato Ezia qualche tempo fa. È veramente stupefacente. Mi è piaciuto tantissimo. Credo che lo ricorderò sempre e proverò ad osservare meglio le cose che mi accadono dal tuo punto di vista. Grazie.
    Roby

    Rispondi
    • vedo che la Ezia si sta convertendo in una mia “promoter” hehehe …grazie a te per i complimenti che mi fai…ti aspetto sul blog per i prossimi articoli!

      Rispondi
  7. Pingback: Più voli in alto, più ti farai male quando cadi - Spiragli di Luce

  8. Pingback: La spiritualità deve essere gratis? Una riflessione su Spiritualità e Denaro

  9. I have read some just right stuff here. Certainly price bookmarking for revisiting.
    I wonder how a lot effort you set to make any such great informative website.

    Rispondi

Have your say

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.